︎     ︎    ︎


DESIGN   ARTE   FOTOGRAFIA  TALK WITH  



TALK WITH 
︎
FRANCESCO BALZANO



I lavori del francesce FRANCESCO BALZANO sono un tributo alla bellezza permanente delle cose senza tempo. Linee pulite, materiali nobili e semplicità come massima espressione di sofisticatezza 


Francesco Balzano, francese di origini italiane vive a Parigi dove progetta oggetti che vengono realizzati su misura da VAN DEN WEGHE in Belgio. L’ultima sua collezione ‘’PRIMITIF’’ rende omaggio alla pietra naturale e alle sue varie applicazioni, una simbiosi tra tecnologia arte ed artigianato.



Ci piace molto la natura concreta dei tuoi progetti e la scelta di materiali nobili, da cosa vieni ispirato? hai un mentore?

La mia ispirazione deriva dall’arte e dall’architettura senza tempo inoltre sono influenzato molto dalla musica dalla fotografia e dal cinema.
Constantin Brancusi è il più importante artista dal mio punto di vista e Villa Malaparte a Capri, dove ho passato gran parte della mia adolescenza, è il primo tipo di architettura che mi ha suscitato emozioni.
Altri artisti per me importanti sono: Giorgio Morandi, Nicolas de Staë, Michel-Angelo, Balthus, François Halard



Abbiamo detto che ti piace lavorare con materiali nobili.. ci vuoi raccontare il perchè di questa scelta? e quale nuovo materiale vorresti testare in futuro?

Il mio lavoro di ricerca è un tributo alla bellezza permanente delle cose senza tempo e la semplicità è usata come suprema sofisticazione, mescolando materiali nobili purezza delle linee a funzioni essenziali della vita quotidiana.
Le mie radici italiane sono la ragione della mia ossessione per le pietre ‘’ like a ballad in Venise where each stones touched me’’.
Tutti i materiali naturali mi ispirano, non ho preferenze 


Abbiamo detto : ‘’Semplicità come massima espressione di sofisticatezza’’ ...parlaci un po’ di più dei tuoi gusti riguardo la musica i libri il cinema ed il cibo

Musica: Keith Jarret, Brad Meldha, Nils Frahm, Max Richter


Libri: ‘’Espèces d’Espaces’’ di Georges Perec

Cinema: ‘’Le Mépris’’ by Jean Luc Godar, ‘’Un Homme et une Femme’’ di Claude Lelouch, ‘’Morte a Venezia’’ di Luchino Visconti

Cibo: assolutamente Italiano!



Come ti ha cambiato l’anno che ci siamo lasciati alle spalle? quali sono i tuoi piani per il futuro?


Il 2017 per me è stato un anno chiave per il mio lavoro in Francia. Per il futuro i miei piani sono di esplorare, scoprire e vivere e condividere con passione il mio design.